In primo piano

Cooperative learning: dai banchi di scuola al successo aziendale

Il cooperative learning nasce in origine come specifica metodologia di insegnamento nelle scuole, affinché gli studenti potessero apprendere in gruppi piuttosto che singolarmente, sentendosi corresponsabili e aiutandosi reciprocamente per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. In un'ottica aziendale questo principio cooperativo può avere lo stesso valore di apprendimento e crescita?

La cooperazione come elemento propulsivo per progetti di successo.

Online dal: 19/09/2018

La risposta è certamente positiva e non a caso le più grandi aziende, nate da un'idea e dalla genialità dei singoli, devono poi i loro risultati a uno specifico team dove le abilità interpersonali e un elevato livello di problem solving hanno rappresentato il motore propulsivo verso il raggiungimento di traguardi sempre più elevati. Diceva Napoleon Hill: "saper sfruttare l'impegno cooperativo è essenziale al successo" e non si sbagliava affatto.

Un esempio di cooperazione vincente vicinissimo a ognuno di noi è Wikipedia. Il fondatore, Jimmy Wales, dopo aver avuto l'idea geniale di voler rivoluzionare il concetto di enciclopedia sfruttando le potenzialità del web, dopo 18 mesi, da solo, riuscì a mettere insieme solo dodici voci.



Chiaramente poche in relazione al tempo trascorso. Resosi conto dell'enorme limite di doversi occupare da solo della costruzione di questo progetto, creò insieme a Larry Ranger e ad altri esperti un sito a libero accesso basato su un software chiamato wiki wiki che in hawaiano vuol dire veloce. Effettivamente Wikipedia è uno strumento veloce e soprattutto revisionabile da chiunque voglia contribuire a migliorare continuamente l'enciclopedia.



L'importanza di un buon lavoro di team building all'interno di un'azienda è fondamentale per la crescita e lo sviluppo. Il team building, superando i limiti del singolo individuo, oltre a suddividere i compiti a seconda delle competenze dei vari collaboratori, mette gli stessi nella condizione di potersi dedicare con successo allo svolgimento delle mansioni per cui sono più portati, consentendo loro al contempo di contribuire con la massima efficacia.



Mentre il singolo individuo affronta le sfide quotidiane basandosi unicamente sulla sua esperienza e spesso non considerando alcuni dettagli importanti, la collaborazione reciproca tra più persone dotate di idee e punti di vista differenti permette loro di trovare con maggiore facilità soluzioni ed intuizioni vincenti al momento giusto. Secondo Stephen Covey, scrittore statunitense, il lavoro di gruppo aiuta gli individui a condividere il proprio talento, trasformandoli in risorse essenziali pronte a garantire benefici reciproci: stando a questo principio, è perfettamente chiaro quanto i risultati del gruppo siano sempre migliori dei risultati del singolo.

E' facile intuire come il cooperative learning applicato in una logica aziendale non possa che portare migliori risultati da parte dei singoli individui, relazioni più positive basate sul rispetto reciproco e sul lodare il lavoro di ognuno, volto al raggiungimento di un successo di squadra.



Un maggiore benessere psicologico che si traduce in un maggiore senso di auto efficacia ed autostima grazie ai quali è possibile sopportare meglio momenti di maggiore difficoltà e stress.

A rendere forte ed efficace il cooperative learning sono essenzialmente cinque fattori:

  • L'interdipendenza positiva che spinge ogni singolo membro del gruppo a migliorarsi, cosciente del fatto che non è possibile il successo individuale senza il successo collettivo;
  • La responsabilità individuale e di gruppo per la quale l'intero team è responsabile per il raggiungimento dell'obiettivo prefissato e ogni singolo individuo del proprio contributo;
  • L'interazione costruttiva attraverso cui i singoli individui si relazionano in maniera diretta tra loro sostenendo gli sforzi di ciascuno e lodandone i successi ottenuti;
  • L’attuazione di abilità lavorative specifiche e necessarie nei rapporti interpersonali all’interno del team attraverso cui gli individui si impegnano nei vari ruoli richiesti dal lavoro e nella creazione di un clima di collaborazione e fiducia reciproca. Particolare attenzione va anche alle competenze di gestione dei conflitti interpersonali;
  • La valutazione di gruppo tramite la quale si analizzano e si valutano i modi di lavorare e i risultati ottenuti nell'ottica di un continuo miglioramento

Chiudo l'articolo citando la frase di un grande imprenditore statunitense che ha segnato la storia dell'automobile e di una determinata maniera di fare produzione. Henri Ford, il quale diceva che "mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo". Io aggiungerei che lavorare insieme con successo è la più grande forma di "cooperative learning" possibile.

 

di Gianluca Rescica

  • Opportunità

    Mindfulness: che cos’è? A cosa serve? E’ possibile attuarla sul luogo di lavoro?

    Oggigiorno si sente sempre più spesso parlare di “Mindfulness”. Ma cosa significa questo termine? Cosa si vuole indicare con esso? Scopriamolo insieme in questo articolo dedicato a questa nuova consapevolezza che sta entrando sempre più nella vita dei nostri giorni e che mira a cambiarla in modo costruttivo e positivo

    La Mindfulness, una nuova consapevolezza entra nel luogo di lavoro

    Online dal: 19/09/2018

  • Infografiche

    L'unione fa la forza!

    Motivazione, buon senso e impegno attivo sul luogo di lavoro.

    Online dal: 19/09/2018

  • Infografiche

    Gli adolescenti e il sesso nell'era del sexting

    Come gli smartphone stanno rivoluzionando il linguaggio del sesso

    Uno sguardo su numeri, app, hashtag e simboli che caratterizzano il fenomeno del sexting fra gli adolescenti.

    Online dal: 30/04/2018

  • Opportunità

    Montessori, il metodo che ha influenzato il mondo di internet

    Il miglior risultato per un maestro è poter dire che i suoi bambini stanno lavorando come se lui non esistesse”. Maria Montessori 

    Il metodo Montessori e le scuole montessoriane come nuova tipologia dell'insegnamento attivo per formare i bambini ad elaborare soluzioni proprie.

    Online dal: 30/04/2018

  • Click

    Maker Faire 2018: un vero successo!

    Si è conclusa proprio ieri, 14 ottobre, la sesta edizione della Maker Faire Roma, la fiera dell'artigianato digitale

    Online dal: 15/10/2018

  • Click

    Apre a Roma Binario F!

    Facebook apre a Roma il laboratorio di competenze digitali Binario F con l’obiettivo di formare 97mila persone entro il 2019

    Online dal: 10/10/2018

  • Click

    Google e i nuovi Pixel!

    Durante l'evento di oggi a New York, Big G svelerà la nuova versione dei suoi Pixel

    Online dal: 09/10/2018

  • Click

    Apple: Nuove emoji in arrivo!

    È in arrivo una settantina di nuove emoji disponibili su iPhone, iPad, Apple Watch e Mac

    Online dal: 04/10/2018

Fareweb news è la newsletter trimestrale di Netdesign inviata via mail a clienti, collaboratori e simpatizzanti.

Iscriviti per ricevere aggiornamenti ed il nostro punto di vista su:

Iscriviti alla newsletter Fareweb news

NOTA: Tutti i campi sono obbligatori

Nota: Al click sul bottone verrai automaticamente reindirizzato al sito newsletters.netd.it dove potrai confermare la tua iscrizione.

Event Analytics

Event Analytics

La libreria javascript Open Source espressamente progettata per registrare i comportamenti degli utenti durante la consultazione di una pagina web.

Event Analytics si interfaccia con Google Analytics o Piwik e permette di tracciare qualsiasi tipo di interazione dell'utente con gli elementi dell'interfaccia grafica.

  • Sicurezza:
    Consigli utili per migliorare la sicurezza informatica dei propri dispositivi e delle proprie informazioni mentre si è connessi. La rete è un luogo meraviglioso ma al contempo insidioso, in questa sezione vogliamo condividere alcuni consigli per migliorare la sicurezza online.

  • Comunicazione:
    Siamo ormai nell'era della Comunicazione sempre più digitale, comunicare vuol dire esistere e l'efficacia della propria comunicazione può anche essere misurata con precisione. Cosa piace ai tuoi clienti? In Comunicazione pubblichiamo articoli e risorse che affrontano questi temi anche dal punto di vista delle attività di web marketing. Leggi gli articoli.

  • Infografiche:
    Tendenze e statistiche sul mondo di Internet presentate sottoforma di infografiche e visual data. La sezione contiene infografiche su argoment inerenti e correlati al web, social media ed innovazione

  • Opportunità:
    Trend, sfide, innovazioni, report e consigli sul mondo digital. Cogli nuove opportunità, resta aggiornato su #Fareweb news.

  • Speciali:
    Contenuti pubblicati sui numeri speciali di #Fareweb news

Gestisci la tua attività con

Ufficio Cloud

Ufficio Cloud supporta l'imprenditore ed il management aziendale nelle principali attività per la gestione d'Impresa, scopri di più su Ufficio Cloud