Click | Senza i fusi?

Eliminare i fusi orari una proposta da visionari oppure una proposta realmente fattibile?

Due studiosi, Steve Hanke e Dick Henry stanno seriamente pensando di eliminare i fusi orari, in modo da unificare gli orari di tutto il mondo e di avere così un Fuso Orario Universale.

Perché tutti dovremmo vivere, mangiare, dormire oppure sbrigare le nostre faccende, in orari completamente diversi?

Questa è la domanda su cui hanno riflettuto Hanke (economista della Johns Hopkins University) e Henry (professore di fisica e astronomia sempre alla Johns Hopkins).

Tuttavia, a fare per prima la proposta è stata la Corea del Nord che proprio la scorsa estate, ha annunciato di avere l'intenzione di spostare il proprio orologio di ben 30 minuti. E si sa, che la Corea del Nord, in fatto di cose un pochino strane è la prima (basti pensare alla decisione di fare esplodere la bomba).

Nonostante, la proposta della Corea del Nord sembrerebbe un tantino insensata, i due studiosi appena citati l'hanno accolta e analizzata, arrivando ad elaborare il loro Calendario Permanente che infatti prendendo il loro nome, si chiama Calendario Permanente di Hanke e Henry.

Per loro due, il Fuso Orario Universale sarebbe la soluzione giusta da attuare e avrebbe, sicuramente, degli effetti benefici su tutti, e allora perché non adottarlo una volta per tutte?

Sarebbe proprio l'ora...e difatti proprio di ore si sta parlando :)



  • Opportunità | Comando vocale: il boom è adesso

    Dalla ricerca agli acquisti on-line, sempre più persone si affidano agli assistenti vocali. Quali opportunità per il web marketing.

    Esplode l'utilizzo dei comandi vocali. Scopri come queste tecnologie sono una grande opportunità per il business.

    Google Home: l'assistente virtuale alla portata di tutti
  • In primo piano | Il web e la trasformazione del mondo della Comunicazione

    Come la nuova cultura digitale sta cambiando il nostro modo di interagire, di pensare e di comportarci.

    Il Movimento etico digitale in Sicilia e in Italia, al servizio dei giovani, per informare sui rischi e le opportunità del web, in un mondo in cui la comunicazione è social.

  • In primo piano | Cooperative learning: dai banchi di scuola al successo aziendale

    Il cooperative learning nasce in origine come specifica metodologia di insegnamento nelle scuole, affinché gli studenti potessero apprendere in gruppi piuttosto che singolarmente, sentendosi corresponsabili e aiutandosi reciprocamente per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. In un'ottica aziendale questo principio cooperativo può avere lo stesso valore di apprendimento e crescita?

    La cooperazione come elemento propulsivo per progetti di successo.

  • Comunicazione | Empatia e senso di appartenenza in un Team

    L'empatia, come skill fondamentale per far parte di un team.

    Il mondo è cambiato, la società sta cambiando e, ovviamente, anche il modo di “guidare” e “condurre” gli altri verso degli obiettivi è profondamente cambiato. Uno dei segni tangibili di questa “rivoluzione”? È proprio la rivalutazione delle Emozioni!

  • Opportunità | Mindfulness: che cos’è? A cosa serve? E’ possibile attuarla sul luogo di lavoro?

    Oggigiorno si sente sempre più spesso parlare di “Mindfulness”. Ma cosa significa questo termine? Cosa si vuole indicare con esso? Scopriamolo insieme in questo articolo dedicato a questa nuova consapevolezza che sta entrando sempre più nella vita dei nostri giorni e che mira a cambiarla in modo costruttivo e positivo

    La Mindfulness, una nuova consapevolezza entra nel luogo di lavoro

  • Infografiche | L'unione fa la forza!

    Motivazione, buon senso e impegno attivo sul luogo di lavoro.

  • Infografiche | Gli adolescenti e il sesso nell'era del sexting

    Come gli smartphone stanno rivoluzionando il linguaggio del sesso

    Uno sguardo su numeri, app, hashtag e simboli che caratterizzano il fenomeno del sexting fra gli adolescenti.

  • Opportunità | Montessori, il metodo che ha influenzato il mondo di internet

    Il miglior risultato per un maestro è poter dire che i suoi bambini stanno lavorando come se lui non esistesse”. Maria Montessori 

    Il metodo Montessori e le scuole montessoriane come nuova tipologia dell'insegnamento attivo per formare i bambini ad elaborare soluzioni proprie.

  • -->